castellammare villa comunale cassarmonicaFonte: StabiaChannel

L’inizio dei lavori di rifacimento della villa comunale è stato rinviato più volte da quando, nell’ottobre scorso, il bando di gara fu aggiudicato ad una ditta di Milano. Lavori per oltre 4mlioni di euro, fondi rientranti sempre nel programma PIU Europa. E, come tali, soggetti ad un vincolo temporale: i lavori, infatti, dovranno essere completati e certificati entro il 31 dicembre 2015. Con il ritardo nell’inizio dei lavori il rischio è di non farcela, di non rispettare i tempi. Il rischio per la città e per il Comune di Castellammare di Stabia non è solo quello di perdere i fondi ma, soprattutto, quello di dover poi rimetterceli di tasca propria per pagare la ditta ed i fornitori. Ed allora sarà la solita corsa contro il tempo. I tecnici del comune, ad oggi, ancora non hanno un piano di come i lavori saranno condotti. Non si sa, ad esempio, se si procederà a dividere la villa comunale in due zone: completati i lavori nella prima zona, si procederà con la seconda. L’ipotesi più gettonata sembra quella di lasciare libera al passaggio pedonale la zona fronte strada, in modo che i lavori possano procedere per la parte fronte mare. Questa soluzione, però, impedirebbe ai cittadini l’accesso all’arenile dove, anche quest’anno, si punta alla concessione di licenze stagionali per attività ludico/ricreative, come i baretti dello scorso anno. Se si opterà per tale soluzione, si dovrà trovare un modo per permettere ai pedoni di arrivare sull’arenile, magari realizzando delle speciali passerelle. Dal Comune fanno sapere che i lavori inizieranno il prossimo 27 aprile. Non resta che attivare il countdown.

Problemi nel rispettare i tempi di ultimazione delle opere anche in via De Gasperi dove i lavori sono prima iniziati speditamente per poi rallentare fino a bloccarsi. C’è ancora moto da fare in quella zona, ed anche qui il rischio di perdere i fondi è alto.
Ed infine c’è poi la situazione della biblioteca comunale. Ormai completamente fermi da 4 mesi, i lavori dovrebbero ripartire e completarsi nel giro di poche settimane. A rallentarli un problema di spostamento di alcune tubazioni del gas.

Articolo letto 1223 volte

La tua opinione conta! Commenta questo articolo