| Foto di: Metropolis |
| Foto di: Metropolis |

«Un atto esecrabile». Arriva la ferma condanna del sindaco Antonio Pannullo in merito all’assurda sparatoria che ha guastato il clima di festa nel rione Annunziatella.

I colpi di pistola hanno raggiunto alle gambe due ragazze, entrambe condotte d’urgenza al pronto soccorso del San Leonardo per le cure mediche, e un adolescente, forse il vero beraglio della sparatoria, colpito ad un polpaccio e arrivato in ospedale a bordo del suo scooter, salvo dileguarsi all’arrivo della polizia.

Gli inquirenti intanto indagano per risalire all’identità del pistolero e fare chiarezza sulla rissa da cui è scaturita la sparatoria.

«Questi delinquenti da strapazzo – prosegue il primo cittadino -, emuli di qualche fiction televisiva, impugnano le pistole fingendosi dei boss.

La loro barbarie avrà vita breve. L’intervento delle forze dell’ordine presto consentirà di assicurarli alla giustizia».

Sull’asfalto sono stati rinvenuti 5 bossoli calibro 9×21 e soltanto la buona sorte ha evitato che il clima di festa si tramutasse in un’autentica tragedia. Il ricorso ai filmati delle telecamere di videosorveglianza dovrebbe far luce sull’accaduto e fornire indicazioni chiare sull’identità dei responsabili.

Ma ancor più fragorose dei colpi di pistola sono le parole del sindaco Antonio Pannullo, che sentenzia: «La vita di questi pseudo baby boss è una vita senza futuro».

Fonte: https://www.stabiachannel.it/PoliticaLavoro/castellammare-sparatoria-allannunziatella-la-condanna-di-pannullo-pseudo-baby-boss-la-loro-vita-e-senza-futuro-64700.html

Articolo letto 726 volte

La tua opinione conta! Commenta questo articolo